Cucinare per il papà

Festeggiare il papà il 19 Marzo può essere l’occasione per coinvolgere anche i figli nella preparazione di un pranzetto con i fiocchi. Farli pasticciare in cucina con la mamma può essere davvero divertente specie se si tratta di confezionare a mano una pasta fresca facilissima e dei dolcetti di mandorla golosi da far gustare al papà, a fine pasto,  insieme alcaffè.

Cavatelli ai funghi secchi polverizzati con fonduta di parmigiano

cavatelli (3)

Ingredienti per 6 persone
Per l’impasto

  • 500 gr di semola di grano duro
  • 2 manciate di fughi porcini secchi
  • acqua calda q. b. (poco meno del 50% del peso totale del mix semola-polvere di funghi)
  • 1 pizzico di sale

Per il condimento

  • 200 ml di panna fresca (circa)
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • poco prezzemolo tritatissimo
  • un filo d’olio tartufato q.b.

Preparazione

  1. Frullare nel mixer Severin i funghi secchi, senza ammollarli precedentemente, riducendoli in polvere il più sottile possibile.
  2. Mescolare i funghi polverizzati alla semola, al sale e procedere all’impasto aggiungendo l’acqua a poco a poco.
  3. Formare i cavatelli, allungando, volta per volta, dei pezzi di impasto sulla spianatoia fino a formare dei bastoncini del diametro del dito mignolo, quindi tagliarli a tocchetti e incavarli con l’indice, trascinandoli sulla spianatoia.
  4. Disporli su un vassoio ricoperto da un canovaccio, spoverizzandoli con una manciata di semola.
  5. Far scaldare la panna portandola al bollore, quindi aggiungere il formaggio grattugiato. Abbassare la fiamma e mescolando continuamente, lasciar addensare il composto.
  6. Completare con il prezzemolo crudo tritatissimo.
  7. Cuocere i cavatelli in abbondante acqua salata.
  8. Condirli con la fonduta al formaggio.
  9. Impiattare e lucidare con un filo d’olio tartufato.
  10. Spolverare con parmigiano grattugiato e servire subito.

Paste di mandorla morbide

paste-di-mandorle (2)

Ingredienti

  • 200 gr di farina di mandorle
  • 160 di zucchero a velo (o zucchero semolato frullato)
  • 70-75 gr di albumi (circa 2)
  • 20 gr di canditi (arancia o misti)
  • 1 cucchiaino di miele d’arancia o di acacia
  • 1 tappo di liquore (Maraschino o Strega)
  • 1/2 fialetta di aroma di mandorla amara

Preparazione

  1. Nel mixer Severin macinare finemente mandorle insieme allo zucchero semolato.
  2. Tritare i canditi insieme al miele.
  3. In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti, impastandoli a mano, fino ad avere un composto omogeneo.
  4. Mettete  subito l’impasto in una sac à poche con beccuccio largo spizzato e formate le pastine direttamente sulla placca da pasticceria, ricoperta di carta forno.
  5. Decorarle  con una ciliegia candita, con un chicco di caffè, o con una mandorla intera.
  6. Lasciare la teglia scoperta all’aria tutta la notte per far asciugare le Pastine dall’umidità in eccesso.
  7. La mattina successiva infornare per pochi minuti in forno già caldo a 240°- 250°.
  8. Appena avranno preso colore, sfornarle e farle raffreddare su una gratella

set-frullatore-immersione-severin-sm-3798

Ornella Mirelli

Quando scopre che le piace raccontare di tradizioni culinarie, di emozioni legate al cibo come nutrimento del corpo e dell’anima, apre il blog Ammodomio, in cui parla di gesti antichi, di sapori, di profumi, di ricordi. Reinterpretare la cucina tradizionale della sua Puglia - schietta e genuina come lei - alleggerendola, è la sua missione. La cucina è il suo rifugio, il luogo del relax e del cuore. Sebbene saldamente ancorata alla tradizione culinaria pugliese, curiosa per natura, cerca nella rete stimoli nuovi e sfide quotidiane che affronta con entusiasmo.


http://www.ammodomio.blogspot.it

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *