Menu di Capodanno vegetariano

I giorni di festa portano tanta allegria ma comportano anche tanto lavoro, ed è per questo che oggi vi propongo due piatti “strategici” che possono essere preparati in anticipo. I frollini al parmigiano si preparano alcuni giorni prima e vanno conservati in latta in modo da far acquisire più sapore e sono ottimi come antipasto sfizioso ma anche come idea regalo home made, ed il cavolfiore in pastella è un piatto della tradizione natalizia siciliana, ottimo se mangiato appena fatto ma buonissimo ugualmente se preparato in anticipo e servito a temperatura ambiente o scaldato in forno prima di portare in tavola.

Frollini al parmigiano

menu-capodanno-maria-giovanna (3)

Ingredienti

  • 250 g di farina 00
  • 120 g di parmigiano reggiano
  • 40 g di mandorle pelate
  • 160 g di burro
  • 1 uovo per l’impasto + 1 uovo per spennellare
  • 10 g di fiocchi di sale di cipro all’aglio orsino
  • 1 pizzico di pepe nero
  • 1 pizzico di paprika
  • 1 pizzico di cumino
  • 1 pizzico di curcuma
  • semi di sesamo q.b.
  • semi di papavero q.b.
  • timo q.b.

Preparazione

  1. Versare le mandorle nel tritatutto Severin e frullarle al fine di ottenere una farina sottile. Aggiungere il burro tagliato a pezzetti, i fiocchi di sale, il pepe nero, la paprika, il cumino, la curcuma, un paio di cucchiai del parmigiani previsto ed un tuorlo d’uovo, quindi azionare ancora il tritatutto per far amalgamare bene il tutto.
  2. A parte, in una ciotola capiente, versare la farina ed il restante parmigiano con l’albume avanzato, quindi aggiungere l’impasto frullato in precedenza ed impastare velocemente il tutto, finchè non si otterrà un panetto di consistenza liscia ed omogenea.
  3. Coprire il panetto di frolla al parmigiano con un foglio di pellicola per alimenti e porlo in frigo a riposare per un paio d’ore.
  4. Trascorso il tempo di riposo tagliare il panetto di frolla a fette e stendere con il matterello ogni fetta ricavata fino a che non abbia uno spessore di circa 4 millimetri. Non lasciare uno spessore troppo grosso perchè i biscottini in forno tenderanno a gonfiarsi.
  5. Ricavare con le formine a forma di stella dei piccoli biscottini (con le dosi indicate e lo stampino piccolo otterrete circa un centinaio di frollini) che andranno adagiati in una teglia ricoperta di carta forno. Spennellare i frollini con l’uovo sbattuto e spolverarli con semi di sesamo, di papavero o di timo quindi infornare a forno caldo a 180°C per circa 10 minuti, finché non saranno colorati.

Cavolfiore in pastella

menu-capodanno-maria-giovanna (4)

Ingredienti

  • 1 cavolfiore
  • 2 bicchieri di semola rimacinata di grano duro
  • 1 bicchiere di acqua calda
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di pepe nero
  • 5 filetti di acciuga (per i vegetariani si possono omettere)
  • 1 spicchio di aglio
  • qualche chiodo di rosmarino
  • 2 uova
  • un piccolo pezzetto di lievito di birra (1-2 grammi)
  • un mazzetto di menta fresca
  • 100 g di formaggio grattugiato (pecorino, parmigiano o formaggio a pasta dura che si preferisce)
  • olio per la frittura

Preparazione

  1. Tagliare il cavolfiore, lavarlo e cuocerlo secondo le proprie abitudini, avendo cura di scolarlo quando è ancora al dente.
  2. Nel frattempo preparare la pastella: in una ciotola capiente versare la farina ed aggiungere le uova sbattute, quindi unire a filo l’acqua ed il lievito, mescolando delicatamente con la frusta. Versare le foglie di menta, il rosmarino, l’aglio e le acciughe nel tritatutto, tritarli finemente ed aggiungerli al composto. Unire il parmigiano, il sale ed il pepe quindi frullare bene il tutto.
  3. La pastella dovrà avere una consistenza non troppo liquida né troppo solida, infatti dovrà attaccarsi al cavolfiore senza scivolare via. Le dosi indicate sono orientative infatti la quantità di acqua da utilizzare dipende dal tipo di farina in uso e dalla grandezza delle uova. Nel caso la pastella fosse troppo liquida aggiungere poco a poco della farina con poco parmigiano e sale, in caso contrario unire a filo poca acqua.
  4. Potrete verificare la consistenza della pastella versandone un cucchiaino in una padella con olio ben caldo: se questa inizierà a friggere senza deformarsi, allora la consistenza è giusta.
  5. Una volta preparata la pastella immergere poco a poco il cavolfiore a pezzetti girandolo delicatamente affinché sia avvolto nella pastella, quindi friggerlo immediatamente in abbondante olio ben caldo e a fiamma non troppo accesa, così da permettere la cottura anche all’interno. Rigirarlo da un lato e anche dall’altro per una cottura omogenea, quindi scolarlo ed appoggiarlo in un piatto, su due fogli di carta assorbente per separare l’olio in eccesso e mantenere la croccantezza. Procedere fino ad esaurimento degli ingredienti.

set-frullatore-immersione-severin-sm-3798

Maria Giovanna Loggia

Maria Giovanna, alias Luna, ha scoperto la passione per la cucina da adulta infatti aveva sempre cucinato “per necessità”. La sua cucina è semplice ed economica e le sue ricette sono spesso il risultato di rielaborazioni di preparazioni classiche infatti ama sperimentare piatti “alternativi” adatti a chi ha particolari esigenze alimentari... o semplicemente a chi ha dimenticato di fare la spesa!


http://www.ipasticcidiluna.com/

Commenti Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *